PAESAGGI NEL VERDE

Visita il B&B Napoli

Di seguito alcuni dei luoghi esclusivi dove poter stare a contatto con la natura....

PARCO DI CAPODIMONTE
Il Parco di Capodimonte fu edificato nel 1734 da Carlo di Borbone per ospitare la collezione di Elisabetta Farnese, sua madre. L’area è circondata da un fitto bosco di alberi ad alto fusto che al tempo era popolato da numerose specie faunistiche adatte alla caccia di cui il Sovrano nutriva una grande passione. Attualmente il parco ospita oltre 400 specie di piante ed alberi secolari ed i giardini antistanti il museo offrono una magnifica vista su tutta la città.

PARCO DELLA FLORIDIANA
E’ un romantico parco cittadino nel cuore della collina del Vomero dove ha sede il museo Duca di Martina.
Indirizzo. Via Cimarosa, 77

VILLA COMUNALE
Ferdinando IV di Borbone iniziò i lavori per la realizzazione , essa rappresenta  un lembo di verde ricco di piante ad alto fusto  che separa il tessuto urbano del quartiere Chiaia  e il litorale di Via Caracciolo. La Villa Comunale ospita l’Acquario della città
Indirizzo. Piazza Vittoria – Piazza della Repubblica

ORTO BOTANICO
Fondato da Giuseppe Bonaparte nel 1807,  oggi ospita circa 25.000 esemplari di 10.000 specie diverse.
Indirizzo. Via Foria, 223.

PARCO VIRGILIANO
Sorge sulla sommità della collina di Posillipo ed è a picco sui costoni tufacei delle anse marine della costa. Il Parco Virgiliano offre una vista indimenticabile sui golfi di Napoli e Pozzuoli.
Indirizzo. Via Tito Lucrezio Caro.

ISOLA DI CAPRI
Capri è « la perla del golfo di Napoli ». E’ una delle più belle isole del mondo. La pià celebre passeggiata è quella di via Krupp. L’isola vanta una flora di 850 specie presenti , una varietà di uccelli diversi e la presenza della rarissima lucertola azzurra.

PARCO DEGLI ASTRONI
Il Parco degli Astroni è una riserva naturale compresa tra la piana di Agnano, il Monte Leucogeno, Pianura e l’antica strada Campana. E’ un’oasi protetta dal WWF che si estende all’interno di un vulcano spento coperto di boschi e laghetti. Vi sono dei sentieri naturalistici particolarmente adatti ai bambini, i percorsi si spiegano intorno ai tre laghetti , habitat di moltissime specie di uccelli, rettili e anfibi.

Dove si Trova.
In Via Agnano agli Astroni 468, Napoli.
Apertura. La Riserva è aperta tutto l'anno, ad esclusione del Capodanno, della Pasquetta e del Ferragosto.
Orario di Visita. Si può accedere alla Riserva dalle 9.30 alle 14.00; la chiusura è alle 16.30.
Visite Guidate. Tutte le domeniche alle 10.00, alle 11.00 ed alle 12.00. Dal lunedì al sabato su prenotazione (solo per i gruppi)
Prenotazioni. La prenotazione è obbligatoria per gruppi e scolaresche, e deve essere effettuata direttamente presso la Riserva, telefonando allo 0815883720 (tel.) o allo 0815881255 (tel. e fax).
Come si Raggiunge. In auto, dalla Tangenziale di Napoli uscire ad Agnano, svoltare a destra e proseguire per 1,2 Km circa. Dal centro di Napoli seguire le indicazioni per Agnano - Ippodromo; passato l'Ippodromo proseguire dritto per ancora 1,5 Km. Con i mezzi pubblici, utilizzare l'autolinea A.N.M. C14, la quale fa capolinea a Pianura (Stazione Ferrovia Circumflegrea) e a Piazza Salvemini (vicino alle Stazioni di Bagnoli della Ferrovia Cumana e della Metropolitana)

MONTE NUOVO
E’ un’oasi naturalistica insediata all’interno di un cratere che si è formato nel 1538 . E’ il vulcano più recente dei Campi Flegrei,è visitabile a piedi o a cavallo  ; si risalgono pendii di natura selvaggia fino alla cima da cui si gode un panorama mozzafiato.


PARCO NAZIONALE DEL VESUVIO
Il vulcano è oggi  un parco nazionale di circa 8.500 ettari in cui si articolano 15 percorsi che permettono ai visitatori di godere di panorami indimenticabili. All’ombra del Vesuvio, clima mite e terreno fertile rendono, da sempre, l’agricoltura fiorente . Famosi i podorini del piennolo e le albicocche vesuviane.

LA REGGIA DI CASERTA
Il parco della  Reggia, voluto da Carlo terzo di Borbone, rispecchia l’imponenza del Palazzo Reale. La maestosità delle fontane insieme ai giochi d’acqua nel verde che sfuma all’orizzonte, culminano nella grande cascata dove, tutt’intorno si estende il giardino inglese ricco di piante esotiche tra cui i cedri del Libano e le camelie del Giappone. Il giardino fu realizzato per volere di Maria Carolina d’Austria. Nei pressi del Parco  vi è l’Oasi bosco di San Silvestro  che comprende un percorso nella natura attraverso il Giardino delle Felci , il Giardino delle Farfalle (il più grande di Europa in ambiente naturale), le aree faunistiche del daino, del capriolo e delle testuggini  ( info 0823 361300 www.nol.it/bosco/)

 

Designed by Moonweb Digital Design